Come gestire una situazione traumatica durante un viaggio

Nessuno è esente dal vivere una situazione traumatica durante un viaggio. La prima cosa da chiarire è che il traumatico dipende non solo dalla gravità degli eventi, ma dal modo in cui sono percepiti da ogni persona.

Ciò significa che qualcosa che è semplicemente difficile per un viaggiatore può diventare una situazione traumatica per un altro. Se non sei mai stato derubato durante un viaggio, l'esperienza di subire un assalto potrebbe scioccarti. È bene fare questo chiarimento, a che nessuno sente di avere il diritto di giudicare gli altri.

inoltre, tutto dipende dalle circostanze. Perdere i documenti all'estero, ad esempio, a volte comporta solo uno spavento e pochi scartoffie. Ma se ti trovi in ​​un paese in cui le autorità sono molto ostili o ci sono seri ostacoli burocratici o di polizia, questa può diventare una situazione traumatica.

Questa non è una novità, ma non rimane mai da ripetere. Se stai affrontando una situazione traumatica, la prima cosa da fare è cercare di calmarti. Angoscia, paura o rabbia sono emozioni che non ci fanno pensare bene. E se non pensi bene, inizi una catena di errori.

È meglio prendersi un momento per essere soli. Quindi, prova a respirare profondamente per cinque minuti. Sicuramente ci sarà una cascata di pensieri nella tua testa, ma prova a concentrarti solo su due punti: chi può aiutarti e qual è il prossimo passo. Questo approccio ti aiuterà a calmarti.

Questo è il primo argomento che deve essere definito: chi può aiutarti? Se possibile, appena puoi, dì a qualcuno di cui ti fidi della tua situazione. Che sia vicino o lontano, non importa.

Raccontare a qualcuno ciò che è successo non è solo una misura di sicurezza, ma ti permette anche di contare sui criteri di una persona con una testa più fresca. Ti conforta anche.

Se ciò non è possibile, cerca qualcuno che indossa un'uniforme. Ovviamente, l'ideale è che si tratta di un'autorità, ma se non lo trovi, contatta qualcuno per far parte di un'istituzione. Digli cosa è successo e chiedigli di guidarti. Lascia che ti dica dove puoi andare per aiutarti.

Una situazione traumatica può essere un assalto, un qualche tipo di abuso, un'aggressione in strada o, semplicemente, che per qualche motivo ti sei perso e senza sapere cosa fare, forse nel bel mezzo del nulla. Certo ce ne sono molti altri, ma queste sono le situazioni più comuni.

In tutti i casi in cui non sappiamo cosa fare, È molto importante informarciA volte le informazioni vengono fornite da persone locali o autorità locali. Tuttavia, è sempre consigliabile confermare queste informazioni.

Può essere fastidioso, ma chiedi a più persone il percorso che dovresti seguire. Molti sono disposti ad aiutare, ma non ti danno sempre informazioni affidabili. Quindi è meglio assicurarsi. Se hai accesso a Internet, molto meglio.

Dopo aver presentato il reclamo o aver preso le misure iniziali del caso, È importante che tu cerchi uno spazio per proteggerti fisicamente ed emotivamente. Un posto che ti senti sicuro e familiare.

Normalmente, questo è il posto in cui alloggi o alloggi che ottieni in quel momento. Racconta cosa ti è successo, con peli e segni, non appena ne hai la possibilità. Quindi, la cosa più conveniente è che ti dai tempo e spazio per finire di mettere in ordine le tue idee e le tue emozioni.

Piangi se devi piangereo colpire un cuscino se è necessario. A seconda della gravità della situazione traumatica e delle circostanze, cerca al più presto l'aiuto di uno psicologo o di un terapista. Se vuoi stare bene in futuro, questo è decisivo.

Video: Sconfiggere ansia, attacchi di panico e paure: istruzioni per l'uso (Marzo 2020).

Loading...