Ostuni: scopri la bianca città italiana

Sud Italia, in Puglia, Ostuni ci offre una visione diversa di tutti gli argomenti che abbiamo sulle popolazioni italiane. È un luogo che ci porta in altre regioni del Mediterraneo e che, in gran parte, è dovuto alla sua architettura imbiancata. In realtà, è semplicemente conosciuta come la "città bianca". Vuoi incontrarla? Vi diciamo alcune cose su questa fantastica destinazione.

Ostuni, bianco e altri colori

Senza dubbio Ciò che spicca di più quando si contempla il complesso urbano di Ostuni è il colore bianco del suo borgo. Un tono bianco puro che ricorda altri luoghi gemelli, come alcuni villaggi dell'Andalusia o delle isole greche. In effetti, i collegamenti con la Grecia provengono da tempi antichi.

Via Ostuni

Ma sebbene il bianco sia l'emblema visivo di Ostuni, ci sono più colori che attirano l'attenzione, come i toni della terra dei loro campi e il verde dei suoi ampi uliveti che, ancora una volta, lo collegano ad altre aree dell'Europa meridionale.

E dai punti di vista delle strade di Ostuni si distingue un altro colore essenziale per comprendere questo territorio: l'azzurro del mare Adriatico, che si trova a pochi chilometri dal centro urbano.

L'Adriatico a Ostuni

Prima di entrare nelle strade di Ostuni, devi scoprire la sua costa. Stanno aspettando circa 20 chilometri di costa dove si alternano spiagge, calette e scogliere. Un paesaggio di fronte all'Adriatico tra i più belli e da non perdere. Senza dubbio, il complemento perfetto per la visita della popolazione.

Suggerimenti per la passeggiata attraverso Ostuni

Via Ostuni

Non è facile attraversare Ostuni. Ti informiamo dall'inizio. La popolazione si trova su diverse colline, quindi il suo urbanismo è piuttosto tortuoso, con costanti "alti e bassi". E se ciò non bastasse, le strade sono strette, tortuose, rotte e non mancano le rampe di scale.

Cioè, se non sei in buona forma o indossi scarpe inadeguate, la visita sarà una tortura. D'altra parte, se sei minimamente preparato a tali condizioni, la passeggiata attraverso la città bianca sarà una delizia per i sensi. Ci sembrerà che ci siamo spostati nel tempo, fino a raggiungere il Medioevo.

L'eredità che ci aspetta

Cattedrale di Ostuni

In effetti, gran parte del patrimonio storico e artistico di Ostuni è dopo il Medioevo. mentre, possiamo ancora vedere parte del muro che ha visto passare diverse culture qui, dai Greci ai Normanni, attraverso i Bizantini. E persino gli Aragonesi, che a metà del XV secolo ampliarono parte delle difese della città.

anche Il 15 ° secolo è la sua ex cattedrale. Ma nonostante si vedano le sue origini gotiche, la verità è che gran parte degli elementi che attirano l'attenzione oggi sono di epoca successiva, in particolare quelli realizzati in epoca barocca.

Molto vicino c'è la Plaza de la Libertad, epicentro di Ostuni. Qui sorge uno dei suoi gioielli storici, la colonna di Santo Oronzo. È del 18 ° secolo e nel suo punto più alto, a 20 metri da terra, ha la figura di questo santo così venerato nella popolazione.

Ci sono più chiese, palazzi e residenze lungo la frazione di Ostuni, e il nostro consiglio è di percorrerlo con calma e senza un percorso eccessivamente stabilito. Possa la città sorprenderci. Sicuramente lo farà!

Valle d'Itria

Dopo quella passeggiata lungo la costa e le strade di Ostuni possiamo già approfittare per esplorare i suoi dintorni della valle d'Itria. Un vero estraneo per i turisti non italiani. Ma è una regione affascinante, con gioielli autentici da non perdere se si ha l'opportunità di esplorare la zona in auto.

Lì vi attendono città spettacolari come Alberobello, Locorotondo o Cisternino. Sono vere sorprese che, insieme a Ostuni, rendono piacevole trascorrere una vacanza in Puglia.

Loading...