Abbiamo visitato la città gotica di Radio Liberty

Visitiamo uno dei borghi più belli di Bajo Ampurdán: Pals, la città gotica di Radio Liberty. Circondato da risaie, conserva ancora tutto il fascino dei piccoli borghi medievali. Pals è stato un maniero del conte di Barcellona per secoli e la sua storia è piena di storie, aneddoti curiosi e storie incredibili.

Pals è il luogo che si innamorò dello scrittore Josep Pla. Ma ci sono stati molti che nel corso dei secoli hanno trovato in questa città il luogo ideale per i loro scopi, che sono stati molti e vari, tutto si dice di passaggio.

Dalle sue sette donne feudali, attraverso la leggenda di Cristoforo Colombo in partenza da Pals per le Americhe, alla sua stazione radio anticomunista, finanziata dalla CIA per anni. Pals è uno di quei posti che non possono mancare nell'archivio fotografico di ogni viaggiatore degno di nota.

Un po 'di storia

Pals View - Nuran Gelici / Flickr.com

Si ritiene che abbia origini romane, sebbene non vi siano vestigia. Solo il nome, Pals, in onore di Pallade Atena; anche se forse viene dal latino palus, luogo paludoso.

La prima menzione alla città di Pals si trova nell'889 in un'allusione al suo castello, Mont-Áspre. Appare anche nei documenti di donazione fatti dal re Odón I di Francia e da Ramón Borell ed Ermessenda, conte di Barcellona e signori feudali di queste terre per secoli.

Pals fu coinvolto in diverse guerre medievali, come quello che iniziò come una rivolta contadina e culminò nella guerra civile catalana contro Juan II nel 1482. E nel 1501, con Fernando il cattolico, Pals è costituita come una città con i suoi poteri fiscali.

Una leggenda che la gente del posto vuole raccontare è che Cristoforo Colombo non salpò per l'America da Palos de la Frontera, lo fece da qui, dalla città di Pals.

La stazione anticomunista

Ora vogliamo raccontarti una parte molto curiosa della sua storia. Questa cittadina della Costa Brava ha recitato negli ultimi anni del XX secolo una delle storie più curiose che possiamo trovare nella penisola iberica.

Vecchia stazione radio Liberty - Saint-Aniol / Wikimedia Commons

Nel mezzo della guerra fredda, che ha affrontato le due grandi potenze mondiali, gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica, i servizi segreti americani acquistarono un'estensione sufficiente della terra del comune.

L'obiettivo era installare una stazione radio con contenuti di propaganda contro il blocco comunista. La prima trasmissione fu fatta il 23 marzo 1959. E i primi programmi radiofonici di questa stazione arrivarono in aereo da Monaco, dove si trovava la redazione.

La stazione Liberty Radio rimase sotto il controllo della CIA fino al 1973. Il presidente Jimmy Carter gli diede un nuovo impulso come stazione di propaganda, e in seguito divenne noto come uno dei "microfoni Reagan", per i fondi importanti con cui lo dotò.

Con la successiva democratizzazione del governo russo e la caduta del muro di Berlino, Radio Liberty lasciò la sua influenza durante la guerra fredda. infine, ha smesso di emettere nel maggio 2001e nel 2006 le sue enormi antenne furono abbattute. Pals era già conosciuta da sempre come la città gotica di Radio Liberty.

Una passeggiata attraverso la città gotica di Radio Liberty

Pals Street - Pere Sebastián / Flickr.com

Pals è come una capsula del tempo. Passeggiare per le sue strade diventa un viaggio nel passato. L'intero tour della città gotica di Radio Liberty ha qualcosa da dire. Ai suoi angoli, nei suoi archi semicircolari, le sue finestre ogivali, i resti del suo muro, i suoi pozzi e i suoi balconi in pietra.

Sebbene il molte guerre che furono condannate distrutte distrutte parte del patrimonio, una magnifica ricostruzione effettuata nel recinto gotico di Pals nel secolo scorso consente di immergersi nella storia in questo viaggio.

La torre romanica del castello, alta 15 metri, la Torre delle Ore e le sue straordinarie tombe visigote sono ancora conservate. Devi ammirare il punto di vista di Josep Pla per ammirare il Favolose vedute panoramiche della pianura Bajo Ampurdán e delle isole Medes sullo sfondo.

Pals non merita una visita, ma un centinaio di visite, perché la sua situazione offre la possibilità di vedere uno dei paesaggi più belli e indimenticabili del paese.

-Josep Pla-

e Un must è anche la tua chiesa, una miscela di arte romanica, gotica e barocca, costruita con una parte della pietra del castello originale. Un gioiello gotico di cui lo scrittore Josep Pla si innamorò una volta e cento volte.

Loading...