L'arcipelago delle Marchesi, un paradiso nel Sud Pacifico

L'arcipelago delle Marchesi È il luogo ideale per godersi la natura selvaggia, ma anche per conoscere una cultura diversa. Situato nella Polinesia francese, è un vero paradiso che passa inosservato a molti turisti. Vuoi saperne di più? Scopriamo le possibilità che offre e i suoi punti di interesse.

Ma prima di mostrarti questa piccola gemma, spieghiamo come arrivarci. Idealmente, prendere un volo da Tahiti (La compagnia Air Tahiti opera regolarmente). Ma puoi anche fare una crociera di 16 giorni che parte dallo stesso punto di origine e arriva all'arcipelago delle Marchesi dopo aver attraversato il Tuamotu.

Hiva Oa e i suoi siti archeologici

Tiki su Hiva Oa

L'isola di Hiva Oa, la più grande del gruppo meridionale dell'arcipelago, ospita numerosi siti archeologici. Uno di questi, quello di me'ae a Puama'u, ha il più grande tiki delle isole. Questa è Takaii, una scultura sorridente di 2,43 metri che rimane praticamente nascosta in mezzo alla lussureggiante vegetazione.

In Hiva Oa da non perdere la visita al cimitero di Calvario, dove sono sepolti il ​​cantante Jacques Brel e il pittore Paul Gauguin. A quest'ultimo è stato dedicato un museo che si trova ad Atuona, sede del governo dell'isola.

Copie delle opere più importanti dell'artista sono esposte nel museo Gaugin. Puoi anche vedere una riproduzione della scultura in bronzo Oviri,in cui l'artista rappresentava la dea del lutto.

Nuku Hiva, l'isola principale dell'arcipelago delle Marchesi

Nuku Hiva

Oltre ad essere l'isola più grande, in esso è la capitale dell'arcipelago delle Marchesi, Taiohae. Vicino alla città si può ammirare la cascata Ahuii, alta 550 metri. Lì, inoltre, puoi goderti la più assoluta tranquillità al mare.

Gli altri due comuni in cui è divisa Nuku Hiva sono Taipivai e Haitheu. La prima è una fertile valle con numerosi fiumi e siti archeologici. Il secondo può vantare che la sua baia era la preferita dello scrittore Robert Louis Stevenson.

Tahuata, il più piccolo dell'arcipelago delle Marchesi

Dall'isola più grande passiamo al più piccolo degli abitati dell'arcipelago delle Marchesi. Tuttavia, le sue dimensioni non sono proporzionali alla sua bellezza naturale, da allora Il posto è molto montuoso e ha valli e scogliere profonde.

Tra le sue attrazioni turistiche dovremmo anche parlare Città di Hapatoni e dintorni. Dobbiamo anche menzionare il piccolo museo di arte e storia di Vaitahu (la città principale dell'isola), la meravigliosa spiaggia di Hanamoenoa o i petroglifi di Hanatefau.

Ua Pou, l'isola a forma di piramide

Ua Pou Island

Ci spostiamo sull'isola più popolata dell'arcipelago delle Marchesi, poiché conta circa 2.200 abitanti. Il suo nome risponde ai pilastri basaltici sotto forma di pane di zucchero al centro: Matahenua, Pouakei e Oave. La sua villa principale è Hakahau, che ospita un porto ed è vicino all'aeroporto.

Fatu Hiva

L'isola di Fatu Hiva è formata da due antichi vulcani che appartengono alla catena montuosa che culmina nel Monte Tauauoho, alto 960 metri. A ovest si aprono due baie: quella di Hanavave, una delle più belle del mondo, e quella di Omoa. Nel frattempo, ad est ci sono valli strette ripide e inaccessibili.

Ua Huka

Si compone di tre ville: Hane, Hokatu e Vaipaee, quest'ultima essendo la sua capitale. Al suo interno è possibile visitare il museo comunale, un luogo dove è possibile conoscere la vita quotidiana di un tempo grazie a una serie di fotografie e oggetti di ogni genere.

Nel frattempo, in Hane è consigliabile andare sulla sua spiaggia di pietre nere e goditi la sua splendida baia e la vista di Motu Hace, un'isoletta di corallo a forma di pagnotta di zucchero. A Hokatu non dovresti perdere le loro case piene di fiori.

Loading...