La città imperiale di Marrakech, la perla del sud del Marocco

La città imperiale di MarrakechÈ una delle città più importanti e belle del Marocco. Colloquialmente si chiama Medina Al-Ham'rá, "Città Rossa", a causa del colore dei suoi edifici e dei toni predominanti nei dintorni. Ma è anche la "Perla del Sud".

La città imperiale di Marrakech è stata fondata nel 1062. Fu il primo accampamento militare e col tempo divenne uno dei punti più importanti delle rotte commerciali del Nord Africa. Divenne la capitale della dinastia Benimerine ed è una delle quattro città imperiali del Marocco, insieme a Fez, Rabat e Meknes.

Il città imperiale di Marrakech, capitale turistica

Questa è una delle città più belle, suggestive e visitate del Marocco. Cosa non perdere a Marrakech?

1. Medina di Marrakech

Marrakech - alex7370

La medina, dichiarata patrimonio dell'umanità nel 1985, è l'antica città. Spiccano i suoi vicoli sempre vivaci, i suoi suk, le sue piazze, le sue moschee e le sue madrasa. È in esso che si trovano le maggiori attrazioni della città.

È circondato da un fantastico muro di 19 chilometri di lunghezza, con un'altezza compresa tra 8 e 10 metri. Ha un sorprendente colore rosso, che cambia tonalità in base alla luce del giorno. I punti salienti sono alcune delle sue 19 porte, in particolare la Porta Bab Agnaou, che consente l'accesso alla città vecchia dal lato sud-ovest della città Kasba.

2. Piazza Yamaa el Fna

Situato all'ingresso della Medina Questa è la piazza principale e il luogo più famoso della città di Marrakech. Sorge a pochi metri dalla moschea Kutubia, quindi è dominato dal suo minareto. Intorno alla piazza ci sono anche diverse moschee, più modeste, che accompagnano la Kutubia.

Piazza Jamaa el Fna - TDway

Tutto a Marrakech ruota attorno a Yamaa el Fna. Migliaia di persone si incontrano in questo spazio pubblico riempiendolo di vita e colore. Un intero campione di cultura, tradizioni e persino l'arte del Marocco.

Le persone stipano la piazza e le sue strade adiacenti per passeggiare tra le sue bancarelle, tra quelli che possono essere visti da incantatori di serpenti a poeti o dentisti. Un'animazione che non si deteriora quando arriva la notte, poiché le sue bancarelle di cibo rimangono aperte fino alle prime ore del mattino.

Un luogo tanto sorprendente quanto sorprendente che, ovviamente, devi visitare. In effetti Nel 2001, l'UNESCO ha inserito questo posto nella sua lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità.

"Le persone viaggiano perché imparano cose che altrimenti non potrebbero imparare."

-Lance Morrow-

3. Palazzo El Badi

Fu costruito alla fine del XVI secolo da Sultan Saadí Ahmed al-Mansur. Così la vittoria sull'esercito portoghese fu celebrata nel 1578 nella battaglia dei Re Magi. Un gioiello di arte araba fortemente influenzato dall'Alhambra di Granada.

Palazzo El Badi - Bartek / Flickr.com

Il complesso del palazzo consisteva in un grande patio rettangolare di 135 metriAl centro c'erano una piscina e fontane. Intorno a questo grande stagno centrale, due case si fronteggiano: il Crystal Pavilion e il Padiglione dei Pubblici.

Il palazzo fu costruito con i materiali più ricchi e lussuosi del tempo. Sfortunatamente, oggi non puoi immaginare come sia stata, da allora non c'è quasi un'enorme spianata di giardini, piantato con alberi di arancio e circondato da alte mura.

4. Museo Dar Si Said

Museo Dar Si Said - My Life, the Universe and Everything / Flcikr.com

Questo museoufficialmente chiamato il Museo delle Arti Marocchine, lo è uno dei luoghi più visitati nella città imperiale di Marrakech. Espone oggetti e artigianato della regione, come indumenti tipici, elementi in rame, tessuti, armi e gioielli berberi, nonché alcuni reperti archeologici.

È il museo più antico della città. Prima di diventare un museo, era la residenza di Si Said Ben Moussa, ministro della guerra durante la reggenza di suo fratello, il visir Bou Ahmed. Ha diversi patii e il piano superiore non espone opere, ma mostra mobili in legno di cedro.

Giardini della Menara

Giardini di la Menara - damian entwistle / Flcikr.com

Sono i giardini più noti di Marrakech. Furono creati nel 1870 su un antico stagno di Almohad dal califfo Almohad Abd al-Mumin. Accanto ad esso si erge un imponente edificio da cui deriva il nome dei giardini. Menara deriva dalla piccola piramide verde (Menzeh) del tetto del padiglione.

L'edificio centrale che presiede il lago fu commissionato da Sultan Sidi Mohammed e Si dice che in precedenza era il luogo degli incontri d'amore dei sultani della città.

Loading...