I Colossi di Memnon a Luxor, cosa dovresti sapere prima di andare

I Colossi di Memnon a Luxor sono uno dei gioielli dell'antico Egitto. Statue la cui funzione era quella di fungere da ingresso per un magnifico complesso funebre e che sono avvolte nella leggenda. Se hai intenzione di visitare i gioielli della vecchia città di Tebe, devi includere questo tesoro nel tuo itinerario di visita.

I Colossi di Memnon a Luxor

I Colossi di Memnon a Luxor sono due statue gemelle monumentali cheRappresentano uno dei più grandi faraoni d'Egitto: Amenhotep III. Regnò tra il 1390 e il 1353 a.C.

Colossi di Memnon

Entrambe le statue raggiungono un'altezza di 14 metri, a cui dobbiamo aggiungere i 4 dei piedistalli. Mostrano il faraone seduto, con le mani appoggiate sulle ginocchia. I volti sono rivolti a est, in modo che siano illuminati dal sole nascente.

Inoltre, ci sono due figure più piccole che si trovano vicino al trono. Rappresentano la moglie di Amenhotep, Tiy, e sua madre, Mutemuia.

Oltre a questi due colossi, ce n'erano altri quattro all'ingresso del complesso funerario. Uno di questi si è ripreso non molto tempo fa, sebbene il suo deterioramento fosse notevole.

Storia

Questo straordinario monumento si trova sulla sponda occidentale del Nilo, di fronte alla città di Luxor. I Colossi di Memnon furono costruiti in un unico pezzo di quarzite rossa estratta vicino al Cairo, nelle cave di Gebel el-Silsila.

Come abbiamo anticipato, il suo obiettivo era quello di presiedere all'entrata del complesso funebre del faraone. Un complesso che una volta era il più grande di tutto l'Egitto, anche più del Tempio di Karnak. Occupava un'area di 35 ettari, tuttavia ai nostri giorni non ne rimane quasi nulla.

La leggenda dei Colossi di Memnon a Luxor

I Colossi di Memnon sono protagonisti di una curiosa leggenda. Secoli fa, le storie sostenevano che ogni giorno, all'alba, un suono lungo e acuto emerse dalle sue pietre. Questo suono era molto simile a un pianto.

Capo di uno dei Colossi

La leggenda vuole che La dea dell'alba pianse la morte di suo figlio Memnon. Questo, re d'Egitto ed Etiopia, era morto per mano di Achille nella mitica Troia. Pertanto, la dea chiese a Giove di strappare la risurrezione di suo figlio almeno una volta al giorno.

In questo modo, ogni mattina all'alba la dea dell'alba abbracciava la pietra in cui suo figlio si nascondeva per sempre. e quello era il lamento che si udiva uscire dalle statue.

La verità della leggenda

La realtà è in qualche modo meno romantica distorie popolari. La spiegazione dovrebbe essere cercata nel deterioramento subito dalle statue nel corso degli anni.

Colossi di Memnon

Un terremoto che ebbe luogo nel 27 a.C. causò gravi danni ai Colossi. A ciò si dovrebbero aggiungere gli effetti dell'erosione. Tutto ciò ha causato questo apparvero delle crepe attraverso le quali entrava l'aria. E, quando la pietra si scaldò con il sole dell'alba, fu quando questi "lamenti" hanno avuto origine.

Questa è la spiegazione che tali rumori singolari cesseranno di essere ascoltati dopo l'esecuzione di alcuni lavori di restauro Nelle statue Opere intraprese nel terzo secolo, al tempo dell'imperatore romano Seventh Severe.

Tuttavia, perse la leggenda dei Colossi di Memnon a Luxor. Inoltre, il romantico del diciannovesimo secolo e gli avventurieri di quel tempo, in qualche modo, contribuirono a mantenerlo in vita.

I Colossi di Memnon sono uno dei luoghi da visitare in qualsiasi viaggio in Egitto. È un'escursione che puoi fare senza problemi da Luxor e che è un complemento perfetto per gli altri gioielli dell'antichità che troverai in questo territorio.

La verità è che l'Egitto è un paese di affascinanti leggende e architettura. Il culto dei faraoni, le magnifiche costruzioni e la loro storia ci mostrano lo spirito di una delle più grandi civiltà della storia dell'umanità

Video: EGITTO - TEBE OVEST - HATSHEPSUT - Colossi di Memnon (Febbraio 2020).

Loading...