La serena bellezza del monastero di Jeronimos a Lisbona

Dichiarato Patrimonio dell'Umanità, il suo nome completo è il Monastero dos Jerónimos di Santa María de Belém. Si trova alla periferia della capitale portoghese di Lisbona ed è uno degli angoli più belli che puoi visitare lì. Vuoi incontrarlo?

Il Monastero di Jeronimose la sua lunga storia

L'edificio apparteneva all'Ordine di San Girolamo. Fu progettato in stile manuelino per ordine del re Manuele I del Portogallo, con l'obiettivo di onorare il ritorno trionfante di Vasco da Gama dall'India. La fondazione del monastero risale al 1501 e la costruzione fu eseguita nell'eremo di Restelo, dove l'esploratore e il navigatore trascorsero l'ultima notte a pregare prima di iniziare il suo viaggio.

Monastero di Jeronimos - Matt Trommer

La prima fase della costruzione fu affidata all'architetto francese Boytac, ma non è stato realizzato, poiché il suo progetto è stato lasciato da parte per costruire quello progettato da Juan de Castillo. Successivamente l'architetto responsabile delle opere cambierà di nuovo e diventerà uno spagnolo, Diego Torralva, che si occuperà di finire le opere.

ma il monastero sarebbe stato modificato più volte fino al XX secolo. Le opere sono state finanziate da una percentuale delle tasse ottenute dalla commercializzazione delle spezie orientali.

Lo stile del tempio combina dettagli di tardo gotico e rinascimentale. Le cappelle furono rimodellate nel XVI secolo e "trasformate" in puro stile rinascimentale. già nel 1850 fu costruito un annesso in cui si trova il Museo Nazionale di Archeologia. Inoltre, nell'ala ovest è possibile visitare il Museo della Marina.

Passeggiando per il monastero di Jeronimos

All'arrivo al tempio rimarrai stupito da sua maestà. Per accedervi ha due copertine. Il primo, a sud, è diviso in due corpi e presenta bassorilievi con lo scudo portoghese e la vita di San Girolamo. Quello occidentale ha le sculture del re Manuele I e di sua moglie Maria.

L'interno della chiesa

Chiesa del monastero di Jeronimos - BrendanDias

La chiesa, con accesso gratuito, sorprende per molte ragioni. Davanti al visitatore si apre una nave bellissima e unica con sei colonne infinite e molto decorate in stile manuelino. Ma, inoltre, sorprende la luminosità del tempio

La volta della crociera, con 29 × 19 metri, risale al 1522. D'altra parte, la cappella principale fu rinnovata nel 1571, seguendo lo stile del Monastero di El Escorial. Qui riposano i resti di due re: Manuele I e Juan III con le loro mogli Maria e Caterina d'Austria, rispettivamente.All'interno della chiesa si trovano anche le tombe di Vasco de Gama e Luís de Camões.

Il chiostro

Chiostro del Monastero dos Jeronimos - Tatiana Popova

Il chiostro del monastero di Jeronimos è davvero affascinante. Situato vicino alla nave del nord, Fu costruito tra il 1517 e il 1519 e la decorazione è puramente manuelina: mantelli da marinaio, temi religiosi, medaglioni, una sfera armillare e una grande lettera M. Dal piano superiore, invece, è possibile accedere all'alto coro della chiesa.

Vale la pena attraversare lentamente i due livelli del chiostro, prestando attenzione alla delicatezza di ciascuno dei dettagli. Altri spazi interessanti sono visitati durante il tour, come una stanza che racconta la storia del monastero, collegandolo ad eventi nazionali e mondiali.

Si accede anche al refettorio, con la sua volta a costine e le sue pareti decorate con piastrelle nel 18 ° secolo. E, inoltre, puoi accedere alla sagrestia e alla sala capitolare, dove si trova la tomba di Alessandro Ercolano (primo sindaco della città).

Un'altra visita: la Torre di Belém

Torre di Belem - Mario Savoia

Quando finisci il tour del Monastero di Jeronimos, non esitare a visitare la Torre di Belém. Una costruzione usata come difesa, con cinque piani, fossati e canyon. Fa anche parte della lista del patrimonio mondiale dell'Unesco.

«Per il viaggiatore che arriva via mare, Lisbona vista così, da lontano, si erge come una bella visione da sogno, che si staglia contro l'azzurro del cielo, che il sole incoraggia»

- Fernando Pessoa -

Nelle vicinanze si trova il monumento agli scopritori. Un'imponente struttura di 52 metri di altezza, eretta per celebrare i 500 anni dell'arrivo di Henrique il navigatore a Capo Verde, Madera e le Azzorre. In questo modo avrai un panorama più che interessante su un momento specifico della storia portoghese.

Video: Carmelitane ravenna - In Ascolto 40esimo entrata in Monastero di Suor M Barbara (Febbraio 2020).

Loading...