Prepara la tua visita al Tempio d'oro dell'India

Nella città di Amristar, al confine con il Pakistan, si trova il Tempio d'oro dell'India. Potrebbe essere chiamato Harmandir Sahib in questo paese, ma in altri luoghi è anche conosciuto come il Tempio d'oro di Amritsar. Vuoi saperne di più su di lui prima di visitarlo? Unisciti a noi!

Forse ciò che rende più speciale il Tempio d'oro sono le tavole d'oro che ricoprono le sue pareti di marmo. spesso si dice che sia una delle meraviglie meno conosciute dell'India. E tutti coloro che lo visitano finiscono per essere catturati dalla sua bellezza. Ma questo è solo l'inizio: c'è molto altro da sapere.

Storia del Tempio d'oro dell'India

Cupole del tempio

La costruzione del tempio avvenne nell'anno 1588 e ci sono voluti un totale di sedici anni. Il responsabile era Guru Arjan Dev. Tuttavia, pochi anni prima che iniziassero gli scavi di una laguna artificiale chiamata Amritsar, che significa "stagno del nettare dell'immortalità". I pesci rossi abitano le acque.

L'anno dell'inaugurazione del tempio, l'Adi Granth fu installato sull'altare, la sacra scrittura dei credenti nel sikhismo. Il sikhismo è una religione indiana emersa nel 1469, la nona con il maggior numero di credenti al mondo.

I sikhisti credevano che fosse possibile riunire in una sola fede il meglio del resto delle religioni del mondo. Credono in un solo dio e che devi valorizzare la verità, la gioia, l'umiltà e l'amore. E ripudiano l'avidità, la rabbia, la lussuria, l'egoismo e l'intolleranza.

Attualmente, il mantenimento del tempio rientra nelle mani dei volontari sikh, con il sostegno di fondi economici, il risultato di donazioni da parte di credenti di tutto il mondo.

L'interno del tempio, un nido di solidarietà

Servizio di ristorazione nel tempio

È una religione con una grande accettazione dell'esistenza di altre credenze, e questo pensiero si riflette nell'architettura del tempio. Ha quattro ingressi, uno su ciascun lato, che simboleggiano questa apertura sikhista.

Inoltre, se qualcosa caratterizza i credenti nel sikhismo è solidarietà. All'interno del Tempio d'oro dell'India, vedrai volontari suonare strumenti e cantare, mentre altri pregano e fanno offerte. anche ci sono sale da pranzo dove il cibo viene offerto gratuitamente a più di diecimila persone al giorno.

Infine, di notte ci sono cerimonie piene di musica e canzoni. I sikhisti indossano turbanti colorati e si avvicinano ai viaggiatori per parlare, indipendentemente dalle barriere che possono esistere con le lingue.

Ed è ora di dormire, hanno delle locande vicino al tempio dove dormire e pulire il giorno successivo senza alcun costo. Pertanto, non avrai alcun inconveniente nella tua visita al Tempio d'oro.

Accesso al Tempio d'oro dell'India

Ingresso al tempio

Chiunque può entrare nel Tempio d'oro, indipendentemente dalla loro religione, nazionalità, sesso, colore o razza. Non ci sono restrizioni all'ingresso, ma solo regole di condotta, come nel caso del Tempio del Loto di Nuova Delhi.

Tra queste regole ce ne sono alcune di base, come coprire la testa e le spalle, non indossare scarpe e indossare legno modesto. Siediti anche sul pavimento in segno di rispetto e non disturbare gli altri. E infine è vietato scattare fotografie e video.

Prima di entrare è necessario lavarsi i piedi. E dopo aver mangiato puoi fare una donazione o aiutare strofinando i vassoi. Ma soprattutto, ricorda che tutto ciò che chiedi devi mangiarlo, poiché non è consentito lasciare cibo nel piatto. Qualsiasi aiuto tu possa dare sarà apprezzato dai credenti.

Una curiosità per il Tempio d'oro

Tempio d'oro e lago sacro

Nella dottrina sikhista, si dice che tutti i credenti devono andare al Tempio d'oro dell'India una volta nella vita e fare il bagno nelle acque del lago. Nelle sue acque abitano alcuni pesci d'oro che purificano il corpo e l'anima dei sikhisti. Ecco perché è comune andare al tempio e vedere le persone che vi si bagnano.

Senza dubbio una visita al Tempio d'oro può diventare un viaggio magico e indimenticabile. Vale la pena trasferirsi in un luogo in cui la lingua preferita è quella della solidarietà. E tutto mentre ti godi uno dei templi più impressionanti dell'India.

Loading...