Cosa vedere e fare a Frigiliana, una bellissima città di Malaga

Andiamo in un bellissimo comune di Malaga che ospita molti ciondoli. Pertanto, di seguito Scopriamo tutto ciò che offre e puoi fare a Frigiliana per goderti appieno la visita. Sei con noi in questo tour? Ti promettiamo che non ti deluderà.

Qualcosa di essenziale che devi da fare a Frigiliana È per visitare il suo centro storico. Di origine moresco-mudéjar, è uno dei meglio conservati di Malaga. In realtà, è dichiarato un sito artistico storico. È formato da edifici con facciate bianche e adarve che danno accesso alle case senza accesso diretto dalle strade.

Frigiliana - GoodMood Photo

Né i monumenti possono essere trascurati nel comune di Malaga. Sottolineano la Vecchia fonte, che risale al 17 ° secolo; l'eremo di Ecce Homo, legato alle festività cristiane barocche di Frigiliana; la chiesa di San Antonio de Padova, di stile rinascimentale; e i manifesti reali, vecchio silo costruito nel 1767.

Seguiamo il tour artistico culturale del Torreón, che è attualmente collegato a una casa; i resti del castello arabo, che occupava un'area di circa quattromila metri quadrati; e la Casa del Apero, che oggi ospita la Biblioteca Comunale, il Museo Archeologico e l'ufficio turistico.

La menzione separata richiede El Ingenio o palazzo dei Conti di Frigiliana, che fu costruito alla fine del XVI secolo secondo uno stile rinascimentale, sebbene integri anche materiali del castello arabo. La sua importanza risiede nel fatto che è l'unica fabbrica di miele di canna che è ancora attiva in tutta Europa.

"Viaggiare è come amare, è un tentativo di trasformare un sogno in realtà."

-Alain de Botton-

Frigiliana - marcin jucha

C'è molto altro da fare a Frigiliana. È interessante visitare il Museo Archeologico, inaugurato nel 2009. Nel luogo vengono esposti cronologicamente centoventicinque pezzi trovati in questo comune di Malaga. Un esempio di ciò sono le navi fenicie rinvenute nel Cerrillo de las Sombras.

Altri pezzi che spiccano nel museo sono il teschio di un bambino risalente al Neolitico; un pugnale moresco del XVI secolo che probabilmente fu usato per danneggiare un cristiano durante la battaglia della Rocca; o un gioiello del VI secolo a.C. in cui il nome della divinità egizia Amon-Ra appare in caratteri geroglifici.

Un'altra opzione è visitare l'orto botanico di Santa Fiora, progettato dall'architetto paesaggista Manuel Morcillo. In esso puoi trovare copie della canna da zucchero; palmitos, che è l'unica palma nativa della penisola iberica; ulivi o piante medicinali autoctone come timo, origano, rosmarino o ruta.

Né puoi smettere di provare la cucina locale, a cominciare dal suo piatto più tipico: il choto. Proprio come raccomandato sono le briciole, l'arropia, le torte di San Juan, le cornici, la patata dolce con miele, il vino moscato e, come potrebbe essere altrimenti, il miele di canna, prodotto in El Ingenio.

Frigiliana - Ulf Bodin / Flickr.com

Una volta che tutti i monumenti sono stati visti e tutte le attività offerte dal comune sono state svolte, può essere utilizzato per conoscere il suo ambiente privilegiato. Un'opzione è quella di visitare il Parco Naturale delle Sierre di Tejeda, Almijara e Alhama, che funge da confine naturale tra Malaga e Granada.

Nell'estensione di oltre quarantamila ettari predominano i toni bianchi e grigi delle creste e dei burroni, conseguenza della grande quantità di marmo che esiste nella zona. In questo spazio pieno di alberi puoi anche vedere grandi aquile o capre di montagna.

D'altra parte, se il tempo accompagna Puoi andare sulla spiaggia di un comune vicino. A Torrox spicca la spiaggia Ferrara-Las Lindes, ampia e ben attrezzata; e a Nerja, la spiaggia di Maro, caratterizzata dalle sue acque cristalline e dal paesaggio onirico che la circonda. In effetti, è considerato da molti uno dei migliori in Spagna.

Questi comuni si distinguono anche per i monumenti che ospitano. Così, mentre a Nerja puoi visitare la sua famosa grotta, il Balcón de Europa o l'Acquedotto dell'Aquila; a Torrox non si possono conoscere il convento di Nostra Signora delle Nevi, le rovine romane vicino al faro di Torrox o l'acquedotto di La Granja.

Loading...