Come evitare problemi di lingua durante i tuoi viaggi

Ti piacerebbe non avere problemi con la lingua quando scappi? A tutti noi piace viaggiare, ma spesso fare pulizia all'estero è un disastro. In effetti, alcuni passaggi o domande possono essere fatti in salita e complicano la nostra vita. Se questo è il tuo caso, sicuramente questo articolo sarà molto utile.

Cosa fare per non avere problemi di lingua

Oranich Thipsuwan

Nel caso in cui padroneggi la lingua inglese, sicuramente hai molto a tuo favore. Ma dovresti sapere che non in tutti i paesi l'inglese è la lingua ufficiale, quindi non lo dominano affatto. Se vai in zone turistiche, sicuramente con l'inglese non avrai problemi. Ma attenzione, al di fuori di quelle aree, puoi avere qualcosa di più complicato.

Qualcosa da tenere a mente è la differenza nell'atteggiamento di quando ci si avvicina a qualcuno che cerca di parlare la propria lingua o in inglese. Se gli parli in inglese, penserà che sei un "turista". SSe parli nella loro lingua, ti sorrideranno e proveranno a fare tutto il possibile per aiutarti.

Per evitare problemi con la lingua, meglio andare con qualcosa di noto

Turista a Venezia - spass

Ad esempio, se vai a Berlino e non conosci il tedesco, non ci sono problemi. Prima di fare un viaggio, quello che devi fare è preparare un foglio con le parole o le frasi più tipiche che può essere utile quando vuoi comunicare con qualcuno lì. Inoltre, devi anche sapere come pronunciarlo, anche se è complicato, altrimenti non ti capiranno.

È molto utile usare il dizionario online. Qui scegli la lingua che ti interessa, scrivi la parola e premi il pulsante dell'altoparlante, sentirai esattamente come suona, cosa dovrai sottolineare. Questo, senza dubbio, funziona ed è la migliore lettera di presentazione, anche se poi parlerai loro in inglese.

Sempre un grande sorriso

L'atteggiamento è importante per non avere problemi con la lingua. Se ti presenti un grande sorriso, hai quasi il successo garantito. La persona che chiediamo potrebbe essere in ritardo per lavoro o per un appuntamento, ma è sempre difficile rifiutare un grande sorriso.

Parliamo di pura psicologiaBene, è difficile per noi trattare le persone che si comportano bene con noi, è un dato di fatto. Il sorriso sarà in grado di aprire più porte di qualsiasi altra lingua al mondo.

"La gentilezza è la lingua che i sordi possono ascoltare e che i non vedenti vedono."

-Mark Twain-

La tecnologia che puoi usare

PixieMe / Shutterstock.com

I tempi stanno avanzando e nel mercato ci sono invenzioni che offrono una traduzione istantanea. Questi dispositivi traducono ciò che ascolti e lo riproducono quasi in tempo reale per poter conversare con qualcuno senza la necessità di un linguaggio comune. Tuttavia, non hanno perfezionato tutto ciò che dovrebbero essere utili. Nonostante ciò, quel giorno arriverà.

Non è necessario spendere soldi per questi dispositivi. Uno gratuito e hai già è il cellulare. C'è un App Google Translate gratuito, in cui la lingua parlata e scritta può essere tradotta senza la necessità di una connessione Internet. E come quelli, ci sono molte altre applicazioni.

Conclusioni

Come vedi la barriera linguistica non esiste se si desidera viaggiare. Potremmo dire che è una sfida interessante da aggiungere all'avventura che sta viaggiando.

Ross Helen

Con quattro frasi di base, quel grande sorriso e l'aiuto puntuale del tuo cellulare, hai più che abbastanza per svilupparti in modo basilare. Se conosci l'inglese o più parole della lingua del paese, allora meglio che meglio.

Speriamo che dopo il nostro articolo abbiate più fiducia nelle vostre possibilità. Devi solo avere una buona disposizione e viaggerai sicuramente con la tua conoscenza elementare senza paura e la popolazione locale sarà disposta ad aiutarti.

Ora pensi di viaggiare in Europa senza conoscere le lingue? Hai pensato di mettere in pratica questi suggerimenti per il tuo prossimo viaggio? Spero di si. Non lasciare che la comunicazione sia una barriera durante il viaggio.

Video: FARE SHOPPING IN LINGUA INGLESE (Gennaio 2020).

Loading...