Storia e leggende del Ponte dei Sospiri di Venezia

Il Ponte dei Sospiri di Venezia è uno degli angoli più conosciuti della cittàe, quindi, è obbligatorio fermarsi per tutti coloro che lo visitano. La sua fama non è dovuta solo alla sua architettura o al fatto che è stata fonte d'ispirazione per molti scrittori del XIX secolo, ma anche per la sua storia o le leggende che ne sono state raccontate.

Storia di Ponte dei Sospiri di Venezia

Ponte dei Sospiri - Alexander Cher

Il monumento, in stile barocco, Fu costruito nel 17 ° secolo dall'architetto italiano Antonio Contin, nipote di Antonio da Ponte, costruttore anche del emblematico Ponte di Rialto. Di conseguenza, abbiamo un'opera che si caratterizza, tra l'altro, per la sua notevole altezza sopra il livello del canale.

D'altra parte, Il Ponte dei Sospiri di Venezia è stato costruito con pietra calcarea biancaÈ largo undici metri e curvo. È decorato con teste e presenta una fascia orizzontale in cui sono supportati sei pilastri di stelo imbottito, oltre a un arco ribassato che presenta un rilievo di giustizia centrato tra due leoni.

Il ponte dei dannati

Vista dal ponte - Scott Garner / Flickr.com

L'obiettivo della sua costruzione, nonostante il suo nome, non era niente di romantico. Si trattava di collegare le dipendenze legali del Palazzo Ducale (sale della Quarintía, del Tribunale e dell'Avogatoría) con le celle strette e buie della Nuova Prigione di Serenísima, costruita tra il XVI e il XVII secolo. È così che lo voleva il doge Marino Grimani.

Per impedire la fuga di qualsiasi prigioniero, il ponte fu costruito in modo da avere due stretti corridoi stretti, e chiuso sui suoi fianchi. Anche così, alcuni condannati riuscirono a fuggire, come Giacomo Casanova. Il famoso avventuriero fu imprigionato per empietà e pratiche magiche, fuggendo un anno accompagnato da un monaco.

Oggi il Ponte dei Sospiri è una delle principali attrazioni della città. Può essere attraversato una volta che l'ingresso al Palazzo Ducale è stato pagato; Oppure, goditi la sua bellezza architettonica in lontananza. Per questo ci sono due opzioni: attraversare sotto il monumento in gondola o posizionarci sul vicino ponte La Paja.

Ponte dei Sospiri - Leoks

Secondo la leggenda più diffusa, gli abitanti di Venezia sentirono i sospiri dei prigionieri che attraversavano il ponte di andare in tribunale in prigione dopo aver ascoltato la sua sentenza. È stata anche l'ultima volta che i detenuti hanno visto la luce del giorno e la bellezza della città. Quindi il viaggio è stato così pietoso.

anche se La colpa del cosiddetto ponte è dovuta al poeta inglese Lord Byron. Ed è quello in una delle sue opere, più specificamente in I pellegrinaggi di Childe Harold, puoi leggere il seguente versetto:

“Mi sono fermato a Venezia, sul Ponte dei Sospiri. Un palazzo e una prigione in ogni mano. "

Storie, curiosità e cinema

Ponte dei Sospiri - Lee Yiu Tung

L'abbiamo detto È stato collegato al monumento con amore. Non solo perché Lord Byron, responsabile del suo nome come abbiamo appena visto, è una delle più grandi personalità del movimento romantico, ma anche per il gran numero di coppie innamorate che avanzano in gondola attraverso i canali di Venezia.

precisamentequesti sono incoraggiati da un'altra leggenda locale che dice che se due amanti si baciano al tramonto in gondola quando passano sotto il ponte e verso le campane del Campanile di San Marco, saranno benedetti con amore eterno. Questa leggenda è servita come argomento per Un po 'di romanticismo.

Il monumento è apparso in innumerevoli opere cinematografiche e letterarie, molti dei quali omonimi, come il film diretto nel 1964 da Piero Pierotti e Carlo Campo; o i romanzi degli scrittori Richard Russo, Michel Zévaco ed Elena Peroni.

Un'ultima curiosità. Ci sono più ponti di sospiri in altre parti del mondo. Senza andare oltre, a Cambridge, appartenente al St. John's College; a Oxford, appartenente all'Hertford College; e nel distretto di Barranco, a Lima. Quest'ultimo, costruito in legno, è stato teatro di amori di epoche diverse.

Video: Il Ponte dei Sospiri di Venezia (Settembre 2019).