Abbiamo visitato il Palazzo delle Dueñas di Medina del Campo

In questa occasione abbiamo visitato uno dei migliori esponenti della nobile architettura di Valladolid, in Castilla y León. Il Palacio de los Dueñas, nella Medina del Campo, è un bellissimo edificio rinascimentale, elencato come monumento nazionale, che vale la pena conoscere.

Medina del Campo nel XVI secolo

Medina del Campo - lowsun / Shutterstock.com

Per capire il motivo di questa bella costruzione dobbiamo viaggiare indietro nel tempo verso la metà del XVI secolo, quando Medina del Campo visse il suo periodo di splendore grazie alle fiere organizzate dal XV secolo. Fu il signore della città, Fernando de Antequera, che iniziò a organizzarli, approfittando del successo dell'economia castigliana e del sostegno che ebbe dai monarchi cattolici.

La città ha anche esteso le sue attività al settore finanziario, di pagamenti e cambiamenti, e divenne un'enclave dominante anche a livello internazionale. Commercianti e finanzieri qui riuniti non solo dalla Spagna, ma anche da Francia, Italia e Paesi Bassi. La Medina del Campo, quindi, era diversa dalle altre città vicine.

Il Palazzo dei Dueñas

FaAchada - Alberto / Flickr.com

A quel tempo, Un membro del Consiglio Reale delle Indie ritorna dal Perù e si stabilisce in questo luogo. Così, nel 1528 iniziò a costruire una dimora signorile su un sito intramurale, ma separato dalle strade in cui si svolgevano le fiere.

L'architetto del progetto era Luis de Vega, noto per aver realizzato il Palazzo Reale di Valladolid. Quando il proprietario del palazzo muore, passa a suo figlio e poi a sua nipote, sposata con Rodrigo de Dueñas, un importante banchiere e consigliere di Carlos V. Ecco perché l'edificio prende il nome. Nel 1916 fu acquisito dai Marchesi di Argüeso e nel 1950 fu rilevato dai Duchi di Sueca. Attualmente è un centro di insegnamento.

"Vivi, viaggia, corri avventure, benedici e non pentirti."

-Jack Kerouac-

Caratteristiche del Palazzo Dueñas

L'edificio è quadrato e ha due altezze (uno con una torretta, prima ne aveva due). La facciata è sobria, è stata realizzata con mattoni e pietra calcarea e ha due finestre al piano terra coperte da sbarre. Le aperture al primo piano sono rifinite in balconi.

Ai lati della porta di accesso ha due colonne, Hanno un architrave in cui puoi vedere lo scudo di Beltran de Mella.

Scala - José Manuel Benito Álvarez / commons.wikimedia.org

Una volta dentro riceviamo un meraviglioso corridoio coperto da scatole quadrate. poi, si accede al patio, che è senza dubbio il più bello di tutto. Rettangolare e con due piani, sorretto da colonne e archi, è possibile vedere i medaglioni dei re e delle regine di Castiglia in ordine cronologico da Fernando I a Felipe el Hermoso.

Comunicare il piano terra con il superiore possiamo salire le scale di tipo claustrale Con varie statue. Di fronte a lei c'è una seconda scala più piccola.

Il resto delle unità è stato rinnovato e l'unico che conserva un fregio di decorazione rinascimentale è uno degli argento superiori. Sul retro c'era un grande giardino, ma è stato sostituito dalle aule del centro didattico.

Cos'altro vedere nella Medina del Campo?

Castello di La Mota - stephane seco / Flickr.com

Il Palacio de los Dueñas è una delle grandi attrazioni della città, ma non l'unica. Non dimenticarlo ecco il magnifico castello di La Mota, situato in un'altitudine del terreno e che può provenire da tutta la regione. Da lì è iniziato il recinto murato (alcuni resti sono ancora conservati).

Inoltre, puoi incontrare la Collegiata di San Antolin, in Plaza Mayor, costruito in diversi stili tra il XVI e il XVIII secolo. Custodisce lo stendardo dei Re Cattolici e ospita anche una pala d'altare plateresca, le cappelle dell'Angustia, una platea di cori e un organo spettacolare.

Infine, Medina del Campo è nota per essere parte di quattro itinerari culturali: la rotta di Carlo V (Carlo I di Castiglia), la via dei Castelli di Valladolid, la via di Santiago da Valencia e le impronte di Santa Teresa.

Foto di copertina: Alberto /Flickr.com

Loading...