Percorsi per palati con la Guida Michelin

Se sei una di quelle persone che mangiano solo in ristoranti con buone recensioni e se in ogni destinazione che visiti stai cercando strutture in cui puoi gustare i migliori piatti nativi o di "autore", non esitare a continuare a leggere. Faremo un itinerario gastronomico tra i più selezionati seguendo le raccomandazioni della Guida Michelin. Ideale per palati squisiti.

La Guida Michelin viene pubblicata ogni anno, che include i migliori ristoranti per mangiare in ogni città. Comprende oltre duemila stabilimenti in 44 metropoli europee e anche informazioni come mappe e hotel. Questa guida è pensata principalmente per i viaggiatori esecutivi, sebbene possa essere utilizzata senza problemi dai turisti che mangiano bene.

I migliori ristoranti spagnoli secondo la Guida Michelin

DiverXo - Rosa G. / Flcikr.com

Per quanto riguarda i siti riconosciuti dalla Guida Michelin in Spagna e Portogallo, nella scorsa edizione undici ristoranti sono stati riconosciuti con la massima distinzione, che sono le tre stelle. Oltre a loro, ci sono 30 con due stelle e 177 con una stella. In totale 218 ristoranti premiati, di cui 195 in Spagna.

Nella categoria Bib Gourmand, la guida comprende 289 strutture. Di loro 252 sono in Spagna e 37 in Portogallo. Questa categoria comprende gli stabilimenti che si distinguono per l'ottimo rapporto qualità-prezzo.

Vediamo alcuni dei ristoranti riconosciuti con quelle ambite stelle. Ci sono sparsi in tutta la geografia.

1. Lasarte (Barcellona)

Lasarte - Joan / Flickr.com

Ha 3 stelle Michelin e appartiene a Martín Berasategui. Si trova nel Monument Hotel di Barcellona ed è stato il primo a ottenere questa distinzione a Barcellona. Un motivo in più per gustare i loro piatti, in cui mescolano tradizione, innovazione e materie prime eccellenti.

2. DiverXo (Madrid)

DiverXo - Rosa G. / Flickr.com

È stato il grande vincitore della Guida Michelin nel 2014 e rimane uno dei ristoranti che mantiene le sue tre stelle anno dopo anno. Ha aperto le sue porte nel 2007 ed è abbastanza richiesto. Il suo creatore è David Muñoz, che per primo fu uno stabilimento modesto in Bravo Murillo, che in breve tempo divenne un successo.

DiverXo propone un'esperienza gastronomica davvero unica in cui la cucina mediterranea e orientale si fondono sorprendentemente. Successivamente si trasferirono in un altro sito più grande e luminoso della capitale spagnola. Deve essere prenotato con un mese di anticipo.

3. Annua (Cantabria)

Si trova nella baia di San Vicente de la Barquera, circondato da splendide coste. Il giovane chef Óscar Calleja e il suo team di professionisti offrono due menu: Gastronomico ed Esperienza, con i migliori prodotti di ogni stagione.

Tra i piatti che possiamo assaggiare troviamo ostriche sbiancate con ceviche; taco di granchio, chipotle e tamarindo; foie gras alla griglia con anguilla; riccio reale; budino di riso e formaggio; torrone al frutto della passione; Huevito de Sagrario e strudel alla panna.

4. L'Escaleta (Alicante)

L'Escaleta - City Foodsters / Flickr.com

Ha due stelle Michelin e combina perfettamente l'avanguardia con la tradizione, senza perdere di vista la cucina valenciana. Un punto in più, l'ambiente di questo ristorante non è altro che le gonne di Montcabrer.

Tra i piatti che puoi assaggiare ci sono il formaggio con latte di mandorle, il riso con le lumache e aioli di finocchi e erbe; triglia con mandorle e zafferano; ventriglio di agnello alla griglia con cipolle arrostite; e superlima di cioccolato, nocciole e caffè (tra le altre prelibatezze).

5. Raúl Resino (Castellón)

Nella città di Benicarló troviamo questo affascinante sito con tocchi mediterranei e orientali, una fusione meravigliosa. Funzionano con un menu unico che cambia in base alla stagione.

Per esempio in autunno puoi assaggiare il brodo e il miso di beta con alghe wakame; panino con burro di alici e bietole; baccalà marchiato con peperoncino dolce, bisque fredda, ortica di mare e caixete al limone; gamberi con finocchi e uova di pesce volante; spezzatino di antichi polpi e ceci marinai o sgombri marinati con frullato di mandorle.

«Un pasto ben preparato ha sapori delicati che devono essere conservati in bocca per apprezzarli.»

-Tennesse Williams-

6. Noor (Cordova)

anche La Guida Michelin ha premiato questo ristorante di cucina araba, fondato da Paco Morales nella sua città natale. Ci offre il meglio del cibo del Califfato andaluso e anche la decorazione è moresca. Tra i suoi piatti spiccano la preda iberica arrostita con hummus di fagioli, le melanzane bollite con miele di canna e il furniya di carruba.

Video: Ristorante Trussardi alla Scala - Milano - Andrea Berton (Novembre 2019).

Loading...