Il Ponte Carlo a Praga, un posto molto speciale

Il Ponte Carlo è una delle immagini più emblematiche della città di Praga. E questo è molto da dire, poiché la capitale della Repubblica Ceca è una delle città più visitate al mondo grazie ai suoi infiniti gioielli artistici e storici. Quindi, se il Ponte Carlo spicca tra tutti quei meravigliosi set, ne avrai potenti motivi. Qui proveremo a mostrarti cosa sono.

Le origini del Ponte Carlo

Prima che esistesse questo ponte ce n'era un altro che univa entrambe le sponde del fiume Moldava. Era il ponte di Giuditta, che era stato distrutto nel XIV secolo dopo una forte inondazione del fiume. Quindi era necessario costruirne un altro, e non solo, ma era necessario che fosse enorme e resistente, data la sua importanza.

Ponte Carlo - Boris Stroujko

Per tale motivo, L'imperatore Carlo IV, da cui riceve il nome, non esitò ad avere i migliori costruttori del tempo. Sarebbero incaricati di realizzare un progetto del grande architetto e scultore del momento: Peter Parler, che ha lasciato il segno anche sulla vicina Cattedrale di San Vito.

Ma non solo quello, ma quello è stato cercato fino al momento preciso per iniziare la sua costruzione nel 1357. Il lavoro è iniziato in un momento specifico in un giorno specifico, che è stato dettato dagli astronomi e dagli astrologi della corte. Ma invece, non sapevano quando concludere, poiché il lavoro è durato fino al secolo successivo.

"Un mondo che vede l'arte e l'ingegneria come divise, non vede il mondo nel suo insieme."

-Edmund Happold-

Le dimensioni del Ponte Carlo

Ponte Carlo - Adisa

Quella lunga attesa è valsa la pena, dal momento che il risultato finale è stato spettacolare. Questo è un enorme ponte di oltre 500 metri che unisce le due sponde della Moldava, avendo da una parte la Città Vecchia o Stare Mesto e dall'altra la Piccola Città o Mala Strana. In breve, le due aree più impressionanti della favolosa Praga.

E tra loro, questo grande ponte, nei cui 10 metri di larghezza c'erano 4 corsie. Mentre è attualmente pedonale, perché senza dubbio, Il Ponte Carlo è il luogo più frequentato di Praga, sia di giorno che di notte, quando acquisisce un'atmosfera speciale. Qualcosa che è apparso riflesso in innumerevoli film, e specialmente nella prima puntata di Mission Impossible.

Le statue del Ponte Carlo

Statua del Ponte Carlo - S-F

Proprio in quel film con Tom Cruise, c'è un personaggio che cade nel fiume Moldava. Qualcosa che è successo anche a San Juan de Nepumoceno, che fu gettato in quelle acque dal ponte stesso nel 1393. E quindi, oggi c'è in suo onore una statua sul Ponte Carlo. Inoltre, la tradizione dice che se tocchi la base di questa scultura devi esprimere un desiderio che sarà ovviamente realizzato.

Non sappiamo se ciò sia vero in tutti i casi, ma la verità è che questa statua è una delle più ammirate dell'intero ponte, dove quasi 30 grandi sculture di santi e personaggi storici stanno in piedi. Alcune figure che danno quella spettacolare aria monumentale a tutto il gruppo.

Tuttavia, bisogna dirlo Non tutti sono originali. Molti di loro si ritirarono dal ponte per proteggerli dalle intemperie. Oggi sono distribuiti tra le sale del Museo Nazionale di Praga e la Fortezza di Vysehrad.

Le torri del Ponte Carlo

Torre del Ponte Carlo - Maks Ershov

E per finire di dare fascino a questo lavoro, ad entrambe le estremità del ponte ci sono imponenti torri. Due sul lato di Mala Strana e uno che funge da ingresso allo Stare Mesto. Quest'ultimo è considerato un vero gioiello dell'arte gotica.

Torri che ci portano direttamente al Medioevo e al Rinascimento, quando tutti coloro che hanno attraversato il Ponte Carlo hanno dovuto pagare un pedaggio per sostenere il costo del lavoro. Fortunatamente, oggi è gratuito ed è il punto d'incontro per i viaggiatori di tutto il mondo che arrivano a Praga.

Video: POSTI CHE VADO - PRAGA - IL PONTE CARLO (Novembre 2019).

Loading...