Abbiamo visitato la monumentale Pastrana a Guadalajara

Pastrana è una delle destinazioni da non perdere per chiunque faccia un viaggio in Alcarria, la regione più emblematica della provincia di Guadalajara. Ci aspettiamo una popolazione che è anche spesso conosciuta come la villa della principessa di Eboli. Un luogo con un magnifico patrimonio storico e artistico e con un bellissimo ambiente naturale, nelle cui vicinanze scorre il fiume Tago.

Pastrana, la villa della principessa di Eboli

Pastrana - santiago lopez-pastor / Flickr.com

La figlia più illustre di Pastrana fu l'aristocratica Ana de Mendoza e de la Cerda, un nobile molto influente alla corte del re Filippo II. Anche se, ha incuriosito così tanto da finire rinchiuso per ordine dello stesso re. In realtà, morì rinchiusa nel Palazzo Ducale di Pastrana, guardando la Plaza de la Hora dalle sue finestre sbarrate per ordine diretto del monarca.

«Ci ​​hanno messo in una prigione buia , che ci manca l'aria e il respiro per poter vivere.

- Ana de Mendoza e de la Cerda -

Cosa vedere a Pastrana

1. La Plaza de la Hora e il Palazzo Ducale

Palazzo Ducale - AdriPozuelo / commons.wikimedia.org

Questa è la zona più monumentale di Pastrana, la grande Plaza de la Hora situata nel centro della città a cui si accede attraverso un arco in pietra. Questa piazza è esattamente dove si trova il Palazzo Ducale, un edificio che fu ordinato di essere costruito a metà del XVI secolo dalla nonna della suddetta principessa di Eboli.

Il lavoro è stato svolto da uno dei più prestigiosi architetti e scultori del momento, Alonso de Covarrubias, che ha anche lavorato in altri posti in Castilla-La Mancha, come Sigüenza o Toledo. In breve, questo grande palazzo non è più abitato, anche se è visitato e si può anche frequentare i corsi estivi qui programmati dalla vicina Università di Alcala de Henares.

2. Collegiata di Nostra Signora dell'Assunta

Collegiata di Nostra Signora dell'Assunzione / sticker1 / Flickr.com

Questo tempio della Collegiata dell'Assunta, situato alla fine della via principale, sarebbe diventato il secondo grande monumento di Pastrana. Quando ci arrivi, potresti non essere colpito dalla sua facciata, ma se entri scoprirai un interno pieno di tesori artistici come i dipinti e le dimensioni della pala dell'altare maggiore o dello spettacolare organo situato nel coro.

3. La casa del decano e altre case di Pastrana

Il grado di collegiata della chiesa precedente, costretto a essere diretto da un decano, che ovviamente aveva una magnifica casa, che oggi fa parte del patrimonio di Pastrana. ma Ci sono diverse residenze sontuose in questa città di La Alcarria, come il Palazzo Vecchio che ospitò l'Ordine di Calatrava o la cosiddetta Casa dell'Inquisizione.

4. Museo degli arazzi

Museo degli arazzi - santiago lopez-pastor / Flickr.com

Uno dei gioielli nascosti in questa città di Alcarreña è il suo Museo degli arazzi. Cinque arazzi di flamenco realizzati nel XVI secolo sono conservati nella sua collezione. Enormi arazzi, lunghi circa 12 metri e larghi 4 metri.

Ma non solo si distinguono per le loro dimensioni, ma lo fanno anche per la qualità del loro tessuto in cui Si raccontano le conquiste africane fatte dal re Alfonso V del Portogallo. Qui si racconta come quel monarca conquistò città come Tangeri, anche se è vero che questi luoghi del Marocco attuale sono rappresentati con le forme di una città nel nord Europa, poiché erano arazzi tessuti nelle officine di Tournai (Belgio).

5. La fontana dei quattro tubi

Prima di dare il nome alla strada principale, quando viaggiamo lungo il sentiero della Collegiata, ti consigliamo di girare leggermente a destra e raggiungere la fonte del Cuatro Caños. Lei stessa È un altro dei grandi monumenti rinascimentali di Pastrana e uno dei suoi grandi simboli.

Video: CI STRAFOGHIAMO DI TAPAS A SIVIGLIA (Settembre 2019).