Scopriamo i tesori della valle del Baztán in Navarra

In Navarra, a meno di 60 chilometri da Pamplona, ​​viene scoperto un angolo meraviglioso: la valle del Baztán. Un luogo che si trova all'interno del più grande comune della Comunità Foral, tra quartieri e frazioni sparse da qui a lì. Un posto meraviglioso che vale la pena visitare in qualsiasi momento dell'anno.

Baztán: dove ognuno è uno

Mentre non si sa con certezza qual è l'origine del nome di questa valle, una credenza popolare indica che "Baztán" viene dal basco e significa "lì tutto". Solidarietà e uguaglianza tra i baztanesi esistono da secoli, quindi c'è chi non dubita di questa ipotesi.

Anche se non è l'unico, da allora si dice anche che il nome del luogo viene "abbastanza", che significa ginestra spinosa, una pianta che cresce nella regione. Pertanto entrambe le teorie possono servire a nominare il Valle del Baztán.

Valle del Baztán - Víctor Gómez / Flickr.com

Per quanto riguarda la sua geografia, lo evidenziamo È circondato da una cerchia di montagne tra 870 e 1460 metri; che il fiume principale della zona è il Bidasoa (anche se ce ne sono molti più piccoli) e che il clima è tipicamente atlantico temperato (con temperature che variano tra 7 e 13 ° C durante tutto l'anno).

I tesori della valle del Baztán

Per gli amanti della vita all'aria aperta e degli sport a contatto con la natura, Baztán è un luogo impressionante. Lo stesso succede con gli appassionati del patrimonio artistico, culturale e storico di una destinazione. Cioè, la valle ha attrazioni per tutti i gusti.

1. Grotte

Grotta Zugarramurdi - Federico / Flickr.com

A Baztán possiamo scoprire tre bellissime grotte di oltre 2 milioni di anni. La prima è la grotta di Sara, con ampi spazi che ha servito ad ospitare esseri umani e animali. La seconda è la grotta Zugarramurdi, dove fino al 17 ° secolo venivano celebrati rituali pagani e di congrega. La terza è la grotta Urdax, creata dall'erosione del fiume Urtxume e nascosta tra i prati della Navarra.

2. Parco naturale del Señorío de Bertiz

È un bellissimo giardino botanico che ospita specie autoctone e altre parti del mondo (Cina, California, Balcani, ecc.). In un'area di circa 2000 ettari, questo angolo verde della Navarra si trova sulle rive del fiume Bidasoa.

3. Serbatoi e cascate

Cascata di xorroxin - electroduende_ / lickr.com

La valle del Baztán Ha due serbatoi, entrambi a Leurtza e costruiti all'inizio del XX secolo. Servono per la produzione elettrica che alimenta l'intera regione. Per i lavori è stata utilizzata una strada rurale (attualmente asfaltata), che funge da sentiero turistico per saperne di più.

Le cascate qui sono la valuta corrente. Quello di Xorroxin spicca, in una delle sorgenti del fiume Bidasoa. Il momento ideale per visitarlo è la tarda primavera. Il tour include una passeggiata attraverso la città di Erratzu. Da non perdere l'eremo, la strada acciottolata e i burroni con castagni marroni.

4. Musei

Nella valle possiamo visitare tre musei. Il primo è quello di Santxotena, dedicato agli abitanti della foresta, ai mestieri del legno e alle sculture. Il secondo è quello delle streghe, dove vengono raccontate le storie degli accusati di eretici e comprende abiti, utensili e attività ricreative. Il terzo è quello di Baztán, che espone oggetti che insegnano la storia in questa regione della Navarra.

"Un buon viaggiatore non ha piani fissi e non ha intenzione di arrivare."

- Lao Tzu -

5. Monasteri

Urdax - Guillaume Baviere / Flickr.com

Spiccano due monasteri. Quello di Urdax (eretto sui resti di una vecchia chiesa nel XV secolo e successivamente rinnovato e aggiunto il chiostro e il tempio) e le Clarisas Sisters (fondata nel 1736 e da allora è il luogo di residenza delle sorelle dell'Ordine di Santa Clara).

6. Mulini

Una valle con fiumi e cascate non può smettere di avere mulini. Tre spiccano: Urdax (eretto intorno al monastero e ristrutturato nel XVIII secolo, che è ancora in funzione), Zubieta (ideale per conoscere la macinazione e l'antica vita rurale) e Amaiur (che accoglie l'omonimo villaggio, in una casa rurale).

7. Castelli e palazzi

Il castello di Amaiur ha un peculiare arco d'ingresso, è vermiglio (per la pietra usata) e usato per tenere insieme nel 16 ° secolo.

Il Palazzo Jauregia, nel frattempo, si trova nel centro di Irurita, costruito interamente in pietra alla fine del 14 ° secolo e con molte delle sue finestre originali.

Sono alcuni dei tesori che contiene la valle del Baztán, ma ce ne sono molti altri. Vale la pena scoprirlo.

Loading...