Pantellería, una bellissima isola mediterranea

Nel sud italiano, nel mezzo del Mar Mediterraneo, si trova questo gioiello siciliano. L'isola di Pantelleria è a metà strada verso l'Europa e l'Africa e molti viaggiatori lo usano come scalo quasi obbligatorio per andare dalla Tunisia all'Italia. È anche un punto fondamentale per il commercio europeo e mediorientale.

Pantelleria, l'isola vulcanica

L'origine di questa isola ha un responsabile: l'eruzione vulcanica. Per quello i suoi pavimenti sono nerastri, questo gli è valso il soprannome di "Perla nera del Mediterraneo", anche se è anche conosciuta come "Isola del Vento" (piegato el riah in arabo) perché l'aria soffia sempre forte in qualsiasi momento dell'anno.

Pantellería - ulisse

Il suo mare paradisiaco non è oscurato dal fatto di non avere sabbia sulla costa ma rocce e ghiaia, anche se devi sempre camminare con le scarpe per evitare di ferire i tuoi piedi. In alcune zone dell'isola di Pantellería possiamo trovare piattaforme lisce per prendere il sole: Elephant Arch, Faraglione, Balata dei Turchi e Martingala sono alcuni di questi.

Per raggiungere questo splendido posto possiamo optare per la barca che parte da Trapani, a ovest della Sicilia, o in aereo da questa città e Palermo tutto l'anno. Ci sono anche voli charter durante l'estate che partono da Roma, Bologna, Bergamo, Milano, Venezia e Verona.

"Come tutto ciò che conta nella vita, un grande viaggio è un'opera d'arte."

-André Suarès-

Cosa fare sull'isola di Pantellería?

Riposa al sole! Questa potrebbe essere la risposta principale alla nostra domanda su cosa fare in questo posto. Ma, naturalmente, ci sono altri piani interessanti sempre legati alla natura o persino alla storia e alla gastronomia.

La tranquillità di questa destinazione, scelta da sempre più europei per le loro vacanze estive, ci permette di godere di numerose attività all'aperto per ammirare i paesaggi Sembrano essere rappresentati dal pennello di un artista. Per un maggiore relax, puoi anche trascorrere alcune ore nelle sorgenti termali che emanano da diverse sorgenti.

Lago di Venere - bepsy

Il lago di Venere, ad esempio, è uno dei luoghi principali per sfruttare le proprietà medicinali delle acque E il fango. Questo specchio d'acqua di origine vulcanica ha diversi colori ed è molto bello. È nella zona settentrionale.

Altre aree termali sono Gadr con pozzi a cielo aperto la cui temperatura può raggiungere i 50 ° C o la famosa Favara Grande, sotto il monte Grande, con il suo parco naturale dove è possibile ammirare più di 600 tipi di piante. È, a sua volta, l'unica riserva europea in cui nidificano uccelli colorati come il Beccamoschino e la Cinciarella algerina.

Se vuoi vedere la lava dal vivo e diretta, dirigiti verso la macchia mediterranea di Khagiar, lunga 3 chilometri e coperta da una ricca vegetazione, dimora di conigli e tartarughe. Inoltre, attraversa Balata dei Turchi, con la sua vecchia cava di ossidiana che terminava nel mare.

Ballata dei Turchi - bepsy

La Llana de Ghirlanda è un posto bellissimo, noto come "il giardino della Pantellería". È una fertile pianura circondata da montagne che la proteggono dai venti. Le pareti naturali consentono di crescere in modo sfalsato. Da lì viene ad esempio il vino dolce, lo Zibibbo, molto famoso in tutta Italia. Altri tipi di bevande prodotte sono Spumante, Moscato e Passito.

L'arco dell'elefante è uno dei punti più noti dell'isola e un bellissimo monumento naturale. Saprai già che forma ha grazie al suo nome, ma ti consigliamo anche di visitarlo e goderti la sua spiaggia.

Elephant Arch - bepsy

Nel tuo soggiorno a Pantellería non puoi perderti passeggiare per gli 11 quartieri contadini, con i suoi giardini circolari in pietra per proteggere gli alberi di agrumi e le loro case quadrate con cupole chiamate dammusi. Questo tipo di costruzione consente di raffreddare in estate e mantenere il calore in inverno.

Durante la tua passeggiata attraverso questi quartieri puoi fermarti in qualsiasi ristorante per gustare il cibo tipico dell'isola, una perfetta combinazione italo-algerina: ravioli amari (ripieni di foglie di menta e ricotta), cous cous di pesce accompagnato da verdure, pesce grigliato, capperi con formaggio, pesto di pantera cruda e per dessert alla mustazzola ripieni di miele , arancia e cannella o ravioli con zucchero e cannella.

Loading...