4 villaggi che vivono nel mare

Il mare è un ambiente inospitale per l'uomo e tuttavia l'uomo ha un'incredibile capacità di adattamento. Questo è il motivo per cui non è strano che ci siano state persone che per secoli non solo hanno vissuto con i mari e gli oceani, ma ne hanno persino trasformato il loro habitat. Sono le città che vivono nel mare, di coloro che sopravvivono ancora alle etnie, che si concentrano casualmente nell'area del sud-est asiatico.

1. Il Bajau Laut nel triangolo di corallo

Prima domanda: dov'è il triangolo di corallo? È un'area tra le isole delle Filippine, la Malesia e l'Indonesia. E in effetti il popolo Bajau Laut, noto anche come Sama, si sposta in quella zona del Pacifico, con il quale viaggiano nelle loro barche chiamate lepa lepa. Tuttavia, ci sono anche aree del Borneo dove mantengono case relativamente più stabili quando si alzano da piloni sul mare.

Semporna Sabah, Malesia - shahreen

Il loro carattere nomade e il loro stile di vita hanno guadagnato loro gli zingari rom del soprannome. Sono famosi per la loro capacità di immergersi, poiché consumano meno ossigeno di qualsiasi altra persona sott'acqua e raggiungono una profondità fino a 20 metri senza difficoltà. Dopo quell'immersione, ritornano sempre in superficie con alcuni pesci o cetrioli di mare, poiché ovviamente vivono di tutto ciò che l'oceano fornisce loro.

2. La popolazione di Ko Panyi in Tailandia

Questa è una popolazione situata tra due parchi nazionali tailandesi, quello di Ao Phang Nga e Than Bok Khorani, e sulle rive del Mare delle Andamane che bagna alcuni dei luoghi più turistici della Thailandia nelle province di Phuket e Krabi. Tuttavia, Sebbene possa sembrare un luogo idilliaco, era in origine un luogo di esilio alla fine del 18 ° secolo.

È in quel momento che devi cercare la sua origine. Quando arrivarono, gli immigrati malesi arrivarono dall'isola di Java. Una volta in quel territorio, circondati da mangrovie, decisero di costruire le loro case su piloni che li separano dall'acqua.

Ko Panyi, Tailandia - Kwiatek7

Da allora questa popolazione è praticamente diventata un'isola galleggiante dove si può essere sorpresi non solo dagli stili di vita acquatici di queste persone, ma da ciò che sono stati in grado di creare. Hanno persino la loro moschea, dato che sono principalmente musulmani.

A proposito nelle vicinanze è possibile scoprire James Bond Island, per tutti i seguaci dei suoi film.

3. La tribù Tanka nel Mar Cinese Meridionale

Le origini di questa tribù sono leggendarie. Si dice che siano legati ai serpenti d'acqua, che non lasciano mai le loro navi e potrebbero essere immersi per tre giorni senza prendere fiato.

Ovviamente tutto è falso, ma è vero che Vivono nel e dal Mar Cinese Meridionale, a cavallo dalla costa della provincia del Guangxi e dall'isola di Hainan. E anche la prima popolazione nella vicina isola di Hong Kong è stata fondata dalla tribù Tanka.

Tai O, Hong Kong - Leungchopan

I Tanka sono eminentemente pescatori e nelle loro popolazioni il tempo sembra essersi fermato. Sono città galleggianti basate su palafitos, cioè case sollevate su pali e pilastri che le isolano dall'acqua. Non c'è traffico in essi, ad eccezione di biciclette e barche sui canali.

"L'acqua è la forza trainante di tutta la natura."

-Leonardo da Vinci-

Certo, nei suoi luoghi più turistici, come Tai O, troveremo ristoranti per assaggiare le loro tradizioni culinarie dove tutto si basa su pesce e frutti di mare freschi, quasi sempre accompagnati da riso.

4. La tribù marina in Indonesia

In realtà, chiamarli tribù del mare è perché nella lingua locale queste persone, che vivono e navigano tra le isole Riau dell'Indonesia, le coste della penisola della Malesia e la periferia di Singapore, si chiamano Orang Suku Laut. E davvero, "orang laut" in malese non significa altro che mare.

Villaggio galleggiante, Indonesia - Dolly MJ

Oltre ad ammirare la sua capacità di costruire robuste case galleggianti, la sua immensa capacità di pesca e il suo eccezionale adattamento a un mezzo come il mare, la più interessante di queste persone è scoprire la loro storia.

Originariamente erano una tribù molto utile nel regno di Srivijaya e dei sultanati di Malacca e Johor, perché furono accusati di pattugliare lungo la costa per respingere i pirati, abbondante in queste latitudini, o avvisare dell'arrivo di stranieri.

Video: Villaggio 4 stelle sul mare in Calabria - Il Gabbiano. (Gennaio 2020).

Loading...