Laguardia, un'affascinante città nella Rioja Alavesa

Semplicemente di guardia a Euskera, è un comune a sud della provincia di Álava e 65 chilometri dalla capitale del Paese Basco, Vitoria. Laguardia è circondata da un muro e si trova su una collina. Scopri di più su questo bellissimo posto con una ricca storia che vale la pena imparare e visitare ad ogni passo.

Laguardia, con i loro nomi e le loro porte

Nel Medioevo la regione ricevette varie denominazioni (Leguarda, Lagarde, Lagardia e Guardia, tra gli altri) fino a quando non fu deciso di mettere "La Guardia de la Sonsierra Navarra". Certo, era troppo esteso e sebbene sia l'ufficiale, tutti la conoscono come Laguardia.

La storia di questo luogo inizia migliaia di anni fa, da quando sono state rinvenute vestigia di un insediamento celtiberico preromano del XII secolo a.C. Un po 'più tardi, nel 1164, il re Navarro Sancio VI "il saggio" gli concede privilegi e ordina di costruire un muro di cui è ancora conservata una parte, nonché 5 delle sue porte: Santa Engracia, San Juan, Páganos, Carnicerías e Mercadal.

Bacheca - Martpan / en.wikipedia.org

Durante il Medioevo, la Plaza de Laguardia era la principale di tutta la Sonsierra de Navarra. Fuori dal centro città ci sono tre quartieri: Il Campillar (7,5 km, con 28 abitanti e vicino al fiume Ebro), Laserna (11 km, con 43 abitanti e separati da un meandro del fiume) e Páganos (3,5 km, con 87 abitanti e solo che ha il riconoscimento del consiglio).

Laguardia, tra mura e torri

Una tipica visita guidata di Laguardia ti porterà in un viaggio nel passato dove convergono storie romaniche, arabe e medievali. I luoghi da non perdere sono:

Chiesa di Santa María de los Reyes

Portico della chiesa di Santa María de los Reyes - Guillén Pérez / Flickr.com

E 'stato costruito in pietra scolpita nel XIV secolo e presenta un arco gotico magnificamente decorato con angeli, martiri, re, profeti e vergini). Nell'accesso al tempio c'è un'immagine della Vergine dei Re su un piedistallo. Ai lati sono gli archi e la base del timpano, con rilievi della vita di Gesù e della Vergine Maria. La volta è del XVI secolo.

Abbey Tower

Abacial Tower - Cvbr / commons.wikimedia.org

È ai piedi del tempio e ha un campanile. Era un piccolo castello che serviva a difendere le mura del nord della città. È quadrata, con finestre romaniche e successive costruzioni. Ha un'immagine del Salvatore e un'altra di San Benito. Si ritiene che facesse parte di un monastero ed è quindi chiamato abbaziale. Di seguito una cisterna che raccoglie l'acqua piovana.

Chiesa e torre di San Juan

Chiesa di San Giovanni - Ander Dylan

Con portico gotico del XIII secolo, archi e due colonne con alberi, questa costruzione romanica onora la Vergine. L'occhio è decorato con piccole figure. La chiesa fa parte della difesa di Laguardia, più precisamente le parti accessibili della città. La torre di San Juan è integrata nel tempio e nel muro.

Plaza Mayor Clock

Orologio Laguardia - Infradito

Sebbene la sua storia sia nuova (è stata inaugurata nel 1998), questo orologio automatico è un segno di Laguardia, i suoi costumi e tradizioni. Le bambole iniziano i festeggiamenti di San Juan ogni 23 giugno. Il narghilè e le due ballerine con abiti tipici ballano in orari prestabiliti dopo le melodie di Parata di San Juan, interpretato da suonatori di piper locali.

"Vedrai i giganteschi laici eleganti, la testa eretta, le braccia alzate, entrerai con fervida mente attraverso la sua ampia porta."

-Félix María Samaniego-

Laghetto Celtiberico

È stato scoperto nel 1998 ma ha 2100 anni. Lo scopo della costruzione era di arginare le acque di una sorgente situata a 800 metri di altezza. I muri a secco furono eretti e ampliati con pareti. La superficie totale è di 218 m² e la capacità di stoccaggio è di 300.000 litri (ciò che è necessario per rifornire l'intera popolazione).

Grotte sotterranee

Dopo l'unificazione della Spagna, Laguardia perde il suo potere come punto militare e smette di recitare in scontri. In quel periodo di pace e ricchezza attraverso il commercio del vino, iniziano a essere costruiti diversi palazzi. Anche le grotte o le cantine di famiglia appartengono a questa epoca (XVI secolo).

Se volessimo potremmo visitare l'intera villa sottoterra. Questi rifugi furono anche usati come caserma per cospirare e tramare piani di guerra.

Altre attrazioni di Laguardia sono l'eremo di Santa María de Berberana, la Plaza Mayor con i nuovi e vecchi municipi, il convento dei Cappuccini e la casa natale del favoloso Félix María Samaniego (ora ufficio turistico).

Loading...