La via dei volti, magia e misticismo

La Spagna è piena di angoli sorprendenti. Come esempio di questo ti portiamo La Route of the Faces, un viaggio di poco meno di due chilometri dove troverai impressionanti volti scolpiti nella roccia arenaria.

La Route of the Faces si trova in un luogo di pinete e rocce di arenaria intorno al bacino di Buendía. All'interno del luogo stesso c'è un percorso condizionato in cui puoi scoprire la magia distintiva delle 18 sculture e dei bassorilievi scolpiti nelle rocce.

I volti della Route of the FacesSono stati realizzati dagli artisti, Jorge J. Maldonado ed Eulogio Reguillo, che dal 1992 hanno utilizzato l'ambiente naturale della piccola e affascinante città di Buendía, scolpendo questi volti in un'estensione di non meno di due chilometri su un sentiero dove si può godere della natura e del paesaggio.

Golem sulla rotta dei volti - Daniel Tabas / Flickr.com

Non ci vorrà più di un'ora per scoprire il 18 sculture con dimensioni che vanno dai 30 centimetri ai 4,5 metri di altezza e che creano un'atmosfera mistica accanto ai pini che li circondano, invitando la riflessione spirituale.

I personaggi di Le rotte dei volti

La maestosità della Route of the Faces ti invita a trascorrere un picnic in famiglia e ricrearti con tutti i personaggi presenti. È ideale per viaggiare con i bambiniBene, il percorso è divertente e divertente, quindi tutti possono divertirsi insieme.

ci troverai diverse sculture che ti impressioneranno, come Il gigante addormentato, The Nun o The Currency of Life.

Beethoven sulla rotta dei volti - Gonzalo Malpartida / Flickr.com

Puoi anche ammirare una croce templarea Krishna, Maitrya, Arjuna, un impressionante Spirale dello stregonee il fantasticoBeethoven de Buendía, tra gli altri.

«Come posso fare una scultura? Non è necessario semplicemente rimuovere tutto il blocco di marmo. "

-Miguel Ángel Buonarroti-

Quando arrivi a Calavera, si chiama Della morte, puoi ammirare l'intera palude di Buendía, Puoi anche fare una passeggiata con i più piccoli verso la loro spiaggia per lanciare alcune pietre.

Skull on the Route of the Faces - Gabri Solera / Flickr.com

Come arrivare a The Route of the Faces.

Puoi arrivare a The Route of the Faces con la tua auto privata, partendo dalla città di Buendía attraverso una pista che porta a La Cespeda. Troverai buone indicazioni per pannelli e indicazioni, dista circa quattro chilometri ed è raggiungibile in circa 5 minuti.

Prima di arrivare a La Cespeda troverai un cartello che annuncia «Route of the Faces», quindi troverai il percorso attraverso una collina dove puoi vedere il serbatoio di Buendía, che porta solo bellezza al luogo. Lì inizia il percorso circolare di circa un'ora su un sentiero che scende e sale senza alcuna sorpresa geografica.

Palude di Buendía - Gonzalo Malpartida / Flickr.com

Proseguendo lungo il percorso troverai una penisola di splendidi paesaggi Alcarreño formato da uliveti e terreni agricoli, circondato dalle vaste coste del Mar de Castilla.

La città di Buendía

Non possiamo non menzionare la bellezza della città di Buendía, una città medievale situata al confine tra la provincia di Cuenca e Guadalajara, situato in un ambiente perfetto per le escursioni.

La Route of the Faces è una delle sue principali attrazioni, ma non puoi smettere di goderti l'aria medievale che le dà il muro e dove spiccano due piazze porticate, la Plaza Mayor e il suo uguale, che sono collegati da un portico.

Le piazze si trovano accanto alla Chiesa dell'Assunta, in stile gotico. Visitarlo è come viaggiare attraverso il tempo e la spiritualità, che ti affascineranno notevolmente.

Inoltre, Buendía offre diverse opzioni di turismo rurale, Se vuoi campeggiare o andare in camper puoi usare l'area disponibile nel comune. Il pernottamento costa € 5, ma se presenti i biglietti per l'acquisto effettuati in città per € 20, il parcheggio è gratuito.

Maitreya sulla rotta dei volti - Asoka / commons.wikimedia.org

Da non perdere The Route of the Faces, dove puoi divertirti e divertirti con la tua famiglia ma sentirai anche il misticismo di questi volti fantastici pieno di mistero che, grazie alla solitudine del luogo e al suono del vento quando soffia tra i pini, sembrano prendere vita.

Video: Atmajay: "India magica e mistica" (Ottobre 2019).