Monasteri della Ribeira Sacra

I monasteri sparsi per la Ribeira Sacra sono tra i maggiori esponenti di ciò che offre la scoperta degli interni della Galizia. Un territorio in cui paesaggi suggestivi ed episodi storici vanno di pari passo per far emergere le leggende.

Quasi venti edifici religiosi compongono il percorso dei monasteri della Ribeira Sacra. Luoghi avvolti nella storia, nell'arte, nelle tradizioni, nei burroni e nelle foreste che diventano un viaggio magico.

Dove sono i monasteri della Ribeira Sacra?

Gli ultimi chilometri del letto del fiume Sil prima di svuotarsi nel Miño hanno scolpito per millenni profondi burroni. Un paesaggio che è servito a delimitare le province di Lugo e Orense e precisamente c'è il percorso dei Monasteri della Ribeira Sacra.

Sil river canyon - javarman

Sebbene originariamente come Ribeira Sacra fossero considerate solo le rive del Sil, le somiglianze storiche e artistiche con i monasteri del vicino Miño, hanno fatto sì che tutti configurassero il percorso. Il set presenta un'enorme densità di edifici romanici e persino precedenti.

Monasteri che hanno l'aggiunta di essere molti di loro circondati da foreste o ai bordi delle scogliere che rendono il paesaggio una delle grandi attrazioni dell'itinerario.

«Al mio arrivo in Galizia, le formidabili forze di Compostela e del paesaggio galiziano mi afferrarono in modo tale che mi sentissi anche un poeta dell'erba alta, dell'alta e piacevole pioggia. »

-Federico García Lorca-

L'elenco dei monasteri della Ribeira Sacra

La denominazione di Ribeira Sacra appare già nei documenti del XII secolo, per citare le numerose chiese, monasteri e spazi rupestri in cui gli Anacoreta vivevano isolati. Oggi ci sono resti, meglio o peggio conservati, di molti di essi. E tra quelli che vale la pena menzionare sono i seguenti:

  • San Pedro de Bembibre
  • San Paio de Diomondi
  • Santo Estevo de Ribas de Miño
  • Santa Maria de Pesqueiras
  • Montederramo
  • San Pedro de Rocas
  • Ferreira de Pantón
  • San Paio de Abeleda
  • Santa Cristina de Ribas de Sil
  • Santo Estevo de Ribas de Sil

Visitare tutto richiede molto tempo. Ognuno di loro merita di divertirsi e devi avere i movimenti lenti attraverso il paesaggio aspro della Galizia.

Monastero di Santo Stefano - Iakov Filimonov

Né dovremmo dimenticare che la vista di queste terre è una delle attrazioni di questo percorso.È impossibile resistere alle soste nei diversi punti panoramici sui canyon del fiume Sil.

Luoghi circondati da prati, querce, castagni e pendii a gradinis dove viene coltivata la vite. Per questo motivo, faremo una selezione dei più essenziali.

Monastero di Santo Estevo de Ribas de Sil

Non c'è dubbio È uno dei monasteri della Ribeira Sacra in un migliore stato di conservazione, tra l'altro perché lo è trasformato in un ostello turistico. Un altro caso simile è il Monastero di San Vicente do Pino de Monforte de Lemos, che accanto al Palazzo dei Conti di Lemos, divenne anche un ostello.

Monastero di Santo Estevo de Ribas - Trevor Huxham / Flickr.com

Oltre alla chiesa, il più interessante del monastero di Santo Estevo sono i suoi tre chiostri. Ognuno di un'epoca e uno stile artistico: romanico, gotico e rinascimentale, con i vescovi più spettacolari e antichi.

Tuttavia, questa non è la parte più antica di un edificio le cui origini risalgono al sesto secoloQuando gli eremiti si stabilirono qui, decisero di isolarsi dal mondo e di dedicarsi a pregare in questo aspro paesaggio di burroni e querce.

Monastero Ferreira de Pantón

Questo è un altro dei grandi gioielli romanici della Ribeira Sacra. curiosamente dalla fine del XII secolo fu un monastero femminile di carattere cistercense. Tuttavia, la sua visita ci mostra origini più distanti, poiché nella chiesa ci sono rilievi decorativi molto abbondanti, che non si adattano molto alla tradizionale austerità dell'Ordine del Cistercense.

Monastero Ferreira de Pantón - Susanne Neven / Flickr.com

San Pedro de las Rocas

Questo è il monastero più antico di tutta la Galizia. È un recinto di roccia, scavato nella roccia e che ha la data dell'anno 573 come origine. Devi immaginare i suoi fondatori che scavano il duro granito con gli strumenti rudimentali del tempo.

Per capire come è nato questo luogo,accanto a lui apre il suo centro di interpretazione della Ribeira Sacra, in cui vengono fornite informazioni sull'intero percorso.

Monastero di Santa Cristina de Ribas de Sil

La posizione di questo monastero del X secolo è magica, poiché è letteralmente circondato da fitti boschi di castagni. Ecco perché non sorprende che quando gli invasori arabi o i Vichinghi arrivarono all'interno della Galizia, la popolazione locale scelse questa costruzione come rifugio inespugnabile.

Monastero di Santa Cristina de Ribas - José Antonio Gil Martínez / Flickr.com

Altri monasteri della Ribeira Sacra

Finora i monasteri più importanti del percorso, ma Ce ne sono altri interessanti come Xunqueira de Espadeño, che conserva la sua chiesa romanica e il suo chiostro rinascimentale.

Vale anche la pena visitare il monastero di Montederramo, oggi molto trasformato ma conserva ancora una delle chiese rinascimentali più preziose della Galizia.

Video: RIBEIRA SACRA, Ourense e Vigo GALIZIA #InGreenSpain (Ottobre 2019).